Il Capodanno del Mobys: da Dallas a … Caprino !

Non potevo concludere questo anno di merda senza salutarvi ! Auguri di vero cuore a tutti.

In questi giorni avrete sicuramente visto le immagini della consegna del vaccino. Tutto è stato organizzato nei minimi dettagli, affinchè la consegna avvenisse nella maniera più simbolica possibile.

Come dico spesso, sicuramente sono io quello esagerato, quello che nota ogni virgola fuori posto, ma mi ha fatto riflettere l’estrema prosopopea con la quale si è proceduto allo scarico dei seppur primi cartoni di vaccino.

Stiamo parlando di un vaccino importantissimo, finalmente possiamo quantomeno iniziare a contare le persone vaccinate stile album di figurine (“ce l’ho, ce l’ho, mi manca”) ma, ripeto, mi ha fatto quasi sorridere la prassi che ha praticamente costretto dei dottori a spostarsi con difficoltà perchè dovevano, CON CALMA, prendere una scatola a favore di telecamera, consegnarla all’infermiera, la quale a sua volta la poggiava su un tavolo verde pisello che al mercato mio padre comprò.

A questo punto subentrava “l’addetto alle forbici”, il quale aprì la suddetta scatola. Era il suo compito. Un’altra infermiera “addetta al prelievo degli imballaggi”, prende la scatola, si gira di 162 gradi verso il frigorifero e, dopo aver fatto un gesto di intesa (a quanto ho saputo la parola d’ordine era “VERZI“), il collega “addetto all’apertura del frigo” spalanca lo sportellone e, finalmente, sempre a favore delle telecamere, l’operazione si è conclusa.

In una stanza di dieci metri quadrati c’erano venti giornalisti, tre militari, quattro dottori, cinque infermieri, un tizio che cercava un rimedio per la sifilide e … una scatola di vaccino. Ci mancava solo la sigla dell’Istituto Luce…

Ci sta. Mio fratello quando vuole darmi ragione senza fare chissà quali discorsi mi dice “ci sta”. “Sai credo che farò il passaporto per trasferirmi definitivamente in Tibet !”. Risposta sua: ci sta.

Scherzi a parte, è un vaccino di importanza storica. Importanza sanitaria, politica ed economica. Sono convinto che, al di là del vaccino, bisogna ricostruire tante, tantissime cose, sia in Italia che nel mondo.

Bisogna ricostruire il morale della gente e, per far questo, non c’è vaccino che tenga. Molti, credo la maggior parte, vedono giustamente il vaccino come l’inizio di una nuova fase. Vedono nuovamente l’orizzonte dopo mesi di tempesta, la luce in fondo al tunnel. Riprendono a sognare di lavorare, di riassaporare quella stupida libertà che siamo abituati a dare per scontata o magari vacanze estive “normali”, vacanze Vere, non quelle di cartapesta che ci siamo fatti in questo 2020, dove di vero c’era solo il vil denaro che abbiamo sborsato.

Io, che ho la patente del pessimista, credo che sarà difficile riprendersi e riprendermi. Il vaccino lo farò ben volentieri, ma da qua a voltare pagina come se nulla fosse accaduto, ce ne vuole. Penso spesso che le festività in “zona gialla” mi avrebbero sicuramente aiutato tantissimo, mentre questo mini-lockdown ha dato la spallata finale ad un umore che era già pessimo di suo. Inoltre non mi ha certo aiutato il fatto che, a parità di terroni, chi è partito entro il 20 dicembre si è salvato, mentre tanti altri, cioè i poveri fessi, ce la siamo presa ‘ner culo.

L’occasione che si presenta alla politica è per certi versi irripetibile, perchè è quasi come dover ricostruire dopo una guerra.

In futuro ovviamente non so cosa accadrà. Non so cosa mi accadrà domani, figuratevi se vi dico che fra dodici mesi scriverò un post analogo ma con l’umore alle stelle sia perchè il Covid è stato superato, sia perchè starò trascorrendo le feste con gente reale e non con i miei amici immaginari. A proposito: sapete cosa cazzo ci fa George Micheal sul mio divano a canticchiare “Last Christmas” mentre guarda Netflix ???

Sono certo di una cosa. Così come non ho certo festeggiato il Natale (non è questione di restare da soli, ma di cosa hai “costruito” nella tua vita), non starò davanti al televisore (anche se 4K ! ahahahah) ad aspettare il countdown che porta alla mezzanotte. Finalmente, dopo 48 anni, potrò assaporare l’emozione di andare a letto alle 22.00.

Triste ? Ma no, per una serie di motivi, a differenza del Natale, il capodanno non è mai stato così importante per me.

Certo, non avrei mai potuto immaginare che mi sarebbe finita addirittura peggio di quell’anno in cui, tutta la famiglia al completo (erano i tempi in cui c’eravamo TUTTI), in attesa della mezzanotte, si sintonizzò su Canale 5 perchè, sia i grandi che i piccini, non potevamo perdere la puntatona di “Dallas” !

E chi se lo scorda che proprio quella sera del 31/12 e proprio in quell’episodio, morì il carissimo Bobby, il “buono” del telefilm ? Ma ve la immaginate la scena di una famiglia di trenta persone che si appresta a fare il brindisi di mezzanotte con gli occhi lucidi perchè quel cazzone di Bobby era morto da dieci minuti ? 🙂

Otto….sette…. sei….cinque… “MA PICCHI’ MURIU BOBBBBBIIIIII ??? ERA UN BRAVU CRISTIANU !!!!!” ….quattro…tre……

E ancora c’è qualcuno che si chiede e mi chiede perchè sono “così”… 🙂

EDIT DEL 1 GENNAIO 2021: non torno MAI sugli articoli scritti, a meno che non debba correggere un grossolano errore grammaticale; non taglio e non aggiungo per rispetto di chi ha già letto l’articolo. Tuttavia oggi, capodanno 2021, capirete bene che mi hanno fatto riflettere le parole del Papa, una figura che rispetto tantissimo pur non essendo cattolico. Leggere le sue parole dopo aver, in questo post di qualche giorno fa, espresso il mio pensiero sul cuore e sulla solitudine, mi ha fatto quasi sobbalzare dalla seggiola. Incollo il link per vostra comodità: https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/il-papa-speriamo-in-nuove-cure-ma-serve-un-vaccino-per-il-cuore_27132488-202102a.shtml

12 Comments

  1. Solo tu puoi inserire Dallas…. io l’ho visto tutttoooooooo tutto e chi se lo scorda. Come sai non amo i festeggiamenti in generale figuriamoci questo anno emmerda….
    Passerà Vincy passerà….
    Un abbraccio

    Piace a 1 persona

  2. Vince, non so se riesco a tirarti su il morale…
    Quest’anno sarò per la prima volta da sola e per ora la cosa mi lascia un po’ indifferente.
    Però… temo che sia solo il primo di una nascente lista. Questo non mi piace.
    Ciò nonostante mi aspetta un giorno nuovo, grazie a Dio!
    Ti auguro ogni bene, mio siculo amico ❤

    Piace a 1 persona

    1. Tanti auguri carissima !!! Il tuo messaggio è quello giusto al momento giusto ! La solitudine di queste feste (stasera ovviamente compreso. Infatti andrò a letto presto), mi farà risvegliare domani ancora più incazzoso, orso e acido di quanto non lo fossi già. Ma tranquilla tu ti salvi ampiamente dalla “scure” …

      "Mi piace"

  3. Percepisco tanta amarezza nel tuo post. Coraggio Vincenzo, mi piacerebbe riuscire a regalarti un sorriso con qualche battuta divertente ma non ne ho. Tu sai che tutto passa, ai momenti neri subentrano da sempre momenti migliori e spero che al più presto ritroverai il tuo buonumore.
    Un abbraccio.

    Piace a 1 persona

      1. In questo sono d’accordo con te. Anch’io non credo che aver trovato il vaccino sia la fine dell’incubo, c’è ancora tanta strada da fare ed altri “incubi ” da affrontare. La vita è una lotta continua, non si finisce mai di tribolare e quindi prendiamola come viene approfittando di tutti i momenti buoni che abbiamo e sopportando i momenti bui senza lasciarsi troppo deprimere. Ciao.

        Piace a 2 people

  4. mi hai fatto ridere in questa riflessione, seria, ma se letta così diventa davvero umoristica. Comunque anch’io pur essendo di natura ottimista penso che occorrerà ancora molto tempo per uscirne, non è che con un paio di vaccinazioni abbiamo risolto il problema, tanto per cominciare bisogna aspettare il secondo richiamo per essere immunizzati, poi con tutte queste varianti chissà come andrà a finire. Sarà come per il vaccino influenzale, mio padre l’ha sempre preso da anni e puntualmente d’inverno gli veniva l’influenza, dicevano che era un ceppo diverso. Speriamo bene….

    Piace a 1 persona

  5. Dai Vin!!!
    La sfangheremo anche stavolta
    Con l’umore ancora più dimmerda
    Ma vivi così da continuare a mandarli affanculo tutti for ever and ever.
    Un grande abbraccio buona dormita di fine anno e sereno risveglio di inizio 😊👋👋👋

    Piace a 1 persona

    1. Scrivo e leggo poco. Non so nemmeno dove presi la forza di scrivere questo post. Mi sento un guscio vuoto, e non è tutta colpa del covid. Continuo a pensare, cara amica mia, che il vaccino mi servirà quanto l’acqua e bicarbonato cura il cancro … ciao e grazie del messaggio !!

      "Mi piace"

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...