Il “senso” di questo Blog.

Questo blog è curato esclusivamente da Vincenzo detto “Mobys”, nato a Palermo nel 1972 e residente nella provincia di Verona dal 2002.

Sin da piccolo ho coltivato la passione per un tipo di scrittura “pane e salame” e il mio grande sogno, rimasto ahimè nel cassetto, era quello di diventare un giornalista sportivo.

Scrivo per e con passione, soprattutto perché per me la scrittura, così come la fotografia, rappresenta  un’insostituibile “valvola di sfogo”.

Non credo di saper scrivere bene, anche perché la mia formazione è da Istituto Tecnico Industriale. Sul mio blog troverete quindi errori grammaticali, congiuntivi sbagliati, tempi verbali inesatti.

Su una cosa potete star certi: scrivo sempre e comunque col cuore.

I miei “modelli” sono Gianfranco Funari, Antonio Albanese e Nanni Moretti.

La “Linea Editoriale” di questo blog prevede mie personalissime riflessioni, nonché il frequente ricorso a racconti frutto di pura fantasia. Non svelerò mai al lettore qual è il confine fra la fantasia e il reale. Sappiate che c’è SEMPRE del reale nei miei racconti fantasiosi e c’è SEMPRE ed anche fantasia nei miei racconti di cose realmente vissute.

Il blog ruota attorno al suo motto “Il dolce e l’amaro”: troverete articoli seri, in cui si fa riferimento alle problematiche della vita di ogni giorno, e racconti dove emerge quello che definisco il “puro cazzeggio”.

I vostri commenti saranno SEMPRE graditi e verranno puntualmente pubblicati anche se non contengono elogi. Non sopporto, invece, i commenti ricevuti in contesti diversi dal blog stesso (via sms, whatsapp, ecc.).

Siete liberissimi di condividere i miei post sui social: non mi vergogno delle cose che scrivo.

Buona Lettura !

Vincenzo Mobys

 

14 pensieri su “Il “senso” di questo Blog.

  1. allora avevo capito bene … trovando i commenti aperti ho sperato in un ripensamento. Sei riuscito a darmi da riflettere sulla feisbucizzazione ;). Fai un giretto qui ogni tanto

    Piace a 1 persona

  2. Se esiste qualcosina di buono nel virtuale credo accada anche nel reale. A volte siamo troppo chiusi in alcuni schemi (parlo anche per me). Non sembri per nulla un adolescente di 46 anni anzi. E’ piacevole leggerti. Purtroppo con il tempo che ho a disposizione non riesco a seguire gli altri blogger. Però credo anche io che la vita vada presa con il giusto equilibrio tra ironia, ottimismo e osservazione critica di quello che accade. Certo non è sempre facile…
    Sono felice che tu abbia trovate anche in me qualcosa che si salva. 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Non ringraziarmi, lo faccio con piacere. Mi dispiace passare per un adolescente di 46 anni ma non mi piace granché il cosiddetto mondo reale. In queste pagine trovo invece fantastici blog e stupendi pensieri i quali mi portano a pensare che qualcosina ancora si salva …

    Piace a 1 persona

  4. Mi scuso se soltanto adesso riesco a leggere questa pagina del tuo blog. Ti ringrazio sempre per il tuo affetto (nel senso di costanza nel leggermi). Ti auguro una buona giornata e ti lascio il mio sorriso. Lila

    Piace a 1 persona

  5. Palermitano, tifoso dell’Avellino. Gesummaria c’è da scriverci un libro! 😉 Io tifoso del Napoli, ma anche simpatizzante dell’Avellino, che avevo tra le squadre del Subbuteo con una maglia strana: verde con una striscia orizzontale bianca a metà. Dirceu Lo Zingaro del Gol, mitico!

    Piace a 2 people

  6. Ahahah non vedevo l’ora di leggere un tuo commento ! Onorato della tua visita, lo dico sinceramente. Pianeta nasce per due motivi: in primo luogo perché avevo in testa il forum di tifosi che frequento spesso (“Pianeta Biancoverde, sono tifoso dell’Avellino !!); in secondo luogo perché, sopratutto qualche tempo fa, tendevo a chiudermi e ad isolarmi nel mio mondo. Allora il blog era una via di comunicazione fra questo mio mondo (in cui vivevo da incazzato col mondo, da eterno triste e scazzato) e “l’esterno”. Grazie ancora per la visita, spero ne seguiranno altre !

    Piace a 3 people

  7. Il solo fatto che tu sia di Palermo e sia finito a Verona mi porta a fraternizzare. Da terrone doc made in Naples, so che significa il dolce della nostra terra e l’amaro di starne lontano (io vivo a Roma). E ora mi lancio nella lettura…vediamo che mi capita: dolce, amaro, serio o cazzeggio. Ho solo un dubbio…mi si è alzato il sopracciglio destro quanto ti sei autodefinito “Pianeta”…Odddiomio un altro megalomane! Chebbello ci sarà da divertirsi.
    Sarei tentato di seguiti ma poi ti rovino la media nel sottotitolo del blog…Che faccio? Posso? Aspetto tuo ok…;)

    Piace a 1 persona

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...